Nuovo ecocentro all’avanguardia a Camisano Vicentino

È il settimo centro di raccolta Soraris con l’area H24

Il nuovo ecocentro di Camisano Vicentino è stato inaugurato sabato 29 giugno dal presidente di Soraris Samuele Zanardello, dal sindaco di Camisano Vicentino Renzo Marangon, dall’assessore all’ecologia di Camisano Vicentino Stefano Borgo e dalla consigliera regionale Chiara Luisetto.

Si tratta del settimo centro di raccolta Soraris con area H24 e servizi all’avanguardia, su un totale di 16 ecocentri. Nella provincia di Vicenza, i centri di raccolta Soraris sono stati i primi ad avere un’area dedicata al conferimento di alcuni tipi di rifiuti 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. I primi due sono stati realizzati nel 2018 a Caldogno e Isola Vicentina, ai quali si sono aggiunti: Altavilla Vicentina, Bressanvido, Monticello Conte Otto-Dueville, Montecchio Precalcino e questo nuovo ecocentro di Camisano Vicentino.

L’importanza dell’area H24


L’area H24 è uno spazio recintato e videosorvegliato all’interno dell’ecocentro. Per entrare è necessario utilizzare il badge portachiavi, lo stesso per l’accesso all’ecocentro negli orari di apertura. L’area H24 è accessibile sempre, anche nei giorni festivi e a ogni ora della notte, a prescindere dal fatto che l’ecocentro sia aperto o meno. All’interno di quest’area speciale tre container permettono di conferire: carta e cartone, verde e ramaglie, e vetro. La flessibilità oraria di questo spazio permette di disincentivare gli abbandoni e di effettuare correttamente la raccolta differenziata.

L’ecocentro innovativo


L’ecocentro si estende su una superficie totale di 4.770 mq (compresa l’area H24) ed è studiato per consentire una raccolta differenziata di qualità e per agevolare l’utente nel conferimento.
Un sistema di controllo accessi automatizzato e di ultima generazione stabilisce il numero di utenti che possono entrare contemporaneamente nell’ecocentro, tenendo conto del flusso delle auto che superano le sbarre poste all’entrata e all’uscita del centro di raccolta. Anche in questo caso l’accesso avviene con il badge portachiavi.

Un’altra novità di questo ecocentro è la separazione tra l’area di conferimento per gli utenti e l’area di carico e scarico dei container da parte degli operatori. In questo modo entrambe le azioni possono avvenire contemporaneamente, senza che l’una ostacoli l’altra.

All’interno del centro di raccolta si trovano 14 container (oltre ai 3 nell’area H24) per il conferimento di: imballaggi di plastica e lattine (multimateriale), plastica dura, inerti, verde e ramaglie, vetro, metallo, ingombranti e legno. Nell’area coperta, inoltre, è possibile conferire: abbigliamento in buone condizioni, RAEE, olio vegetale esausto, olio minerale per autotrazione esausto, farmaci scaduti, imballaggi contenenti rifiuti pericolosi,  pile e batterie usate, toner e cartucce delle stampanti, e vernici, resine e altre sostanze pericolose. Infine si possono conferire anche pesticidi, pneumatici e nylon.

 

29 giugno 2024